software gestione banche

Software gestione banche: 3 dubbi e 3 soluzioni

Chi pensa di avere esigenze troppo particolari, chi di non avere sicurezza: ecco alcuni dei dubbi relativi ai software gestione banche. Eppure le soluzioni ci sono.

Non lo nascondiamo. Le banche sono uno dei settori più difficili da raggiungere per chi come noi vende applicativi. I motivi sono diversi e sono relativi soprattutto a un’errata percezione dell’offerta di software disponibile per la gestione delle banche. In questo post vogliamo fare un po’ di chiarezza su qual è la reale situazione del mercato a partire proprio dai vostri dubbi.

“La mia situazione è diversa da tutte le altre”

Verissimo. Ogni istituto bancario ha i suoi processi e le sue peculiari “abitudini”. Ogni realtà ha sicuramente impostato un particolare tipo di organizzazione, di flusso delle informazioni, di cicli approvativi per i documenti, … che soddisfa almeno in parte tutte le esigenze quotidiane di una banca.

Ma perché accontentarsi?

Con le soluzioni software giuste, gli stessi processi possono essere velocizzati e automatizzati, facendo risparmiare tempo ed errori. Certo, i software devono essere stati progettati proprio a partire delle esigenze degli istituti bancari e non devono essere software gestionali generici riadattati per l’occasione. In più i software per la gestione delle banche di oggi sono molto più agili e flessibili e possono quindi essere modellati con facilità alle esigenze anche della singola filiale.

“Sviluppare un software gestione banche sarebbe troppo costoso”

È una credenza che deriva direttamente dalla prima. Anche quando ci si convince che un software possa effettivamente migliorare l’efficienza dei processi, si continua a credere che sia necessario uno sviluppo su misura che farebbe inevitabilmente alzare i prezzi. Qui l’errore è su due fronti e uno lo abbiamo affrontato già nel punto precedente: se si scelgono software già progettati per le banche, la necessità di personalizzazione si abbassa notevolmente. Se poi si sceglie un software flessibile, si riduce ulteriormente. Come dite? Ancora pensate che non esista un software per la vostra particolare situazione? Potrebbe accadere, ma anche in questo caso c’è una soluzione e non è così costosa come si possa pensare. Attraverso una piattaforma di sviluppo open source è possibile progettare, o commissionare lo sviluppo, di soluzioni software con facilità e notevole riduzione dei costi.

“Le novità legislative ci perseguitano”

Senza dubbio normative, circolari e chi più ne ha più ne metta… rappresentano un problema per chi lavora nel settore bancario, perché significa cambiare continuamente processi e organizzazione. E come può venire in aiuto un software? È facile: se il fornitore scelto è all’altezza della situazione, sarà lui a monitorare la situazione legislativa e a proporre di conseguenza costanti aggiornamenti che rendano questi cambiamenti il più soft e automatici possibili.

La scelta del fornitore è infatti la più delicata: l’offerta è più ampia di quanto si pensi e non è limitata solo a quella dei grandi vendor o a quelli suggeriti dalle società di consulenza. Anzi, si possono trovare le soluzioni più adatte alle proprie esigenze da fornitori più piccoli, che possono essere più agili nel fornire soluzioni specifiche e più vicini agli utenti finali.

Ci stiamo dimenticando qualcosa? La sicurezza!

Che giustamente è il pallino di questo settore. Anche qui possiamo dire che dipende tutto dal fornitore e da quello che può fare in termini di architettura del software. Certo non basta, poiché anche l’infrastruttura va protetta nel migliore dei modi.

Noi di Axioma abbiamo dedicato un insieme di soluzioni software proprio alla gestione delle banche, in particolare alla gestione delle spese. Se ti va, puoi dare un’occhiata e chiederci informazioni.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *