B2B E-commerce software

B2B e-commerce software: 3 criteri per scegliere il più adatto

Quante volte avete sentito parlare quest’anno di e-commerce, shopping online, omnicanalità in riferimento al settore moda? Sarà per l’evento della digital disruption, sarà perché le nuove generazioni digital stanno influenzando sempre di più le dinamiche di acquisto; sta di fatto che l’esperienza di consumo online è ad oggi la prediletta. Viste le dinamiche attuali, in un futuro molto prossimo potrebbe anche confermarsi come la principale. Il mercato del commercio elettronico non sta però sbancando solamente nel B2C. L’e-commerce B2B si sta affermando come un’opportunità da cogliere al volo. C’e solamente un ostacolo: la poca cultura in materia! Vediamo allora di capire il vero valore di questo nuovo tipo di mercato e come sia fondamentale avere dalla propria parte un B2B e-commerce software intuitivo, scalabile e integrato!

E-COMMERCE B2B: perché sfruttare questa opportunità

Sono 18 i miliardi di euro di valore del mercato B2C contro i 20 di quello B2B (Netcomm, Consorzio del Commercio Italiano Elettronico italiano)

L’e-commerce business to business rappresenta molto probabilmente un’opportunità ben più interessante di quella data dal business to consumer. Soprattutto per il fatto che le relazioni B2B sono la parte più rilevante delle attività di mercato. “Rispetto al fatturato totale delle imprese italiane – oltre 3.600 miliardi di euro – il B2B pesa quasi per il 75%. Il restante 25% (circa 950 miliardi di euro) è il valore delle transazioni che le aziende conducono verso i consumatori finali” (Fonte: Osservatorio Fatturazione Elettronica & eCommerce B2B).

Un valore economico e strategico non indifferente che però l’Italia non ha ancora del tutto compreso. Le aziende B2B peccano infatti di poca consapevolezza nei confronti dell’opportunità che potrebbe portare tale mercato al proprio business.

“In generale avvertiamo una maggiore sensibilità da parte delle imprese verso le opportunità offerte dall’e-commerce B2B inteso come ripensamento digitale del modo in cui un’organizzazione funziona e si relaziona con i propri clienti e fornitori” dice Alessandro Perego, direttore scientifico dell’Osservatorio del Politecnico di Milano. “Questa deve ora diventare una priorità per tutte le aziende e per il sistema del paese.”

Per sfruttare a pieno questa opportunità si dovrebbe cominciare a investire di più in soluzioni e piattaforme che permettano e facilitino il progresso dell’e-commerce. Anche se l’Italia ha registrato una maggiore sensibilità verso questo mercato, tale crescita va ancora a rallentatore, specialmente se la si paragona a quella in corso in paesi come Germania, Francia e Inghilterra.

Da dove partire dunque per sfruttare le opportunità date dal commercio elettronico? Un B2B e-commerce software che permetta di raccogliere e inserire gli ordini in modo automatizzato è il primo step per poter gestire la rete di commercio elettronico in maniera efficiente. Per le aziende del settore moda la scelta del software più adeguato è una vera e propria decisione strategica. Il motivo principale è che un e-commerce B2B ha esigenze molto più complesse rispetto a un B2C.

B2B E-commerce software: 3 criteri di scelta

La domanda è allora; quali criteri utilizzare per scegliere la soluzione più adatta al proprio business? Sono tre le principali caratteristiche:

  1. Intuitività: un software deve poter permettere di eseguire tutte le mansioni in modo semplice tramite un’interfaccia utente che sia intuitiva e facile dal punto di vista dell’usabilità: aspetto che non appartiene proprio alla maggior parte delle soluzioni e-commerce di tipo business to business che di solito prevedono tempi lunghissimi di apprendimento.  Questo vale soprattutto per un’azienda del settore fashion che deve poter gestire l’inserimento e la raccolta degli ordini in velocità, per poter stare al passo con i bisogni dei clienti. Un esempio pratico? La raccolta ordini di Axioma ha un’interfaccia semplice nella compilazione dell’ordine che permette di scegliere, attraverso la griglia, taglia colore e visualizzare l’immagine dell’articolo, solamente passando con il mouse sopra la voce desiderata. L’interfaccia utente user-friendly permette inoltre di generare analisi/report attraverso grafici intuitivi costruiti sulla base degli attributi selezionati.grafico
  2. Flessibilità – scalabilità: come tutti sappiamo esistono gli imprevisti che possono rallentare tutti i procedimenti, ma con l’ausilio di una soluzione flessibile e scalabile gestirli può essere meno stressante e causare minor perdita di tempo. Con il B2B e-commerce software Axioma hai la possibilità di sospendere l’ordine in qualsiasi momento. Succede spesso infatti che molti buyer scelgano la tipologia di prodotti da ordinare non sapendo la quantità effettiva. In questi casi una soluzione B2B come quella di Axioma permette di scegliere il prodotto, sospendere l’ordine per poi riprenderlo in un secondo momento per inserire quantità e colore, senza dover reinserire o controllare se i capi/accessori selezionati sono ancora disponibili o se ci sono state variazioni di prezzo, grazie alla capacità del sistema di aggiornarsi in automatico.
  3. Integrazione: il vero valore di un software sta nella sue capacità di integrarsi con soluzioni già presenti in azienda o comunque con altri prodotti quali CRM, ERP, sistema documentale etc. É un aspetto che potrà sembrare banale, ma non lo è affatto. Molti ancora utilizzano strumenti non comunicanti fra di loro, come il famoso foglio Excel. Inserire i dati tramite questo strumento sarà anche facile, ma quanto tempo prezioso fa perdere? Per poter infatti inserire i dati da Excel al gestionale serve per forza un intervento manuale che inevitabilmente porta con sé errori di trascrizione, ma anche la mancanza di controllo in quanto il processo non è così organizzato ma lasciato alle modifiche di chiunque possa operare sul file. Un B2B e-commerce software integrato con strumenti che garantiscono organizzazione ed integrità dei dati, ad esempio con l’ERP aziendale, fa in modo che le informazioni inserite nel primo vengano condivise automaticamente nel secondo, risparmiando tempo e avendo la garanzia di coerenza e omogeneità di tutti i dati.

Voi state già sfruttando l’opportunità dell’e-commerce B2B con le adeguate soluzioni?

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *